mercoledì 1 febbraio 2012

i segni della tua assenza/presenza


era un anno che non andavo in quella che è stata la nostra casa
la casa dove sono cresciuta
la casa dove abbiamo condiviso gioie e dolori
la casa che con tanta fatica te e papà avete creato a misura per la nostra famiglia
entrare è stato indolore
il dolore è arrivato dopo
è arrivato inatteso
è arrivato quando sono entrata nella vostra camera 
ed ho visto la tua poltroncina vuota
i tuoi abiti non c'erano
mancava il tuo bicchiere d'acqua sul comodino
non c'era il tuo tubetto di crema per le mani
in bagno non ho trovato le tue creme, il tuo profumo
non c'era il tuo accappatoio ordinatamente appeso
mancavano le tue riviste
la casa è pulita e ordinata....
ma non ha il tuo tocco
in genere si dice tocco d'artista
io direi tocco di mamma!

7 commenti:

Amammuzza ha detto...

Tristemente dolce questo post.
Baciuzzi.

L'apprendista ha detto...

Mi hai fatto venire i brividi. L'emozione si sente in ogni parola. Un forte abbraccio, cara.

conunfilocolorato ha detto...

si, questa volta non mi hai fatto ridere...ma la vita è fatta anche di cose tristi. Sono molto commossa. Ciao

Anonimo ha detto...

Purtroppo è troppo vero quello che hai provato ............ è doloroso anche per chi in quella casa ha continuato ad abitarci giorno dopo giorno .........
baci8
Barbro

Emmeti ha detto...

Gabriella ha detto...

La mamma è sempre la mamma, anche quando siamo adulti.Un abbraccio.

ALESSANDRA ha detto...

i ricordi non muoiono mai! Mi hai toccato il cuore, un abbraccio